Dai romanzi alle serie TV: Harlan Coben

Lunedì 5 dicembre, ore 12.15, IULM 6, Sala dei 146. Incontro con il Raymond Chandler Award 2022. Conduce Adrian Wootton. […]

Dai romanzi alle serie TV: Harlan Coben2022-12-01T19:02:32+01:00

Maestri del film noir: Jules Dassin

Lunedì 5 dicembre, ore 11.00, IULM 1, Aula Marconi. Masterclass di Adrian Wootton. […]

Maestri del film noir: Jules Dassin2022-12-01T19:03:59+01:00

La scoperta di Quentin Tarantino

Domenica 4 dicembre, ore 21.00, IULM 6, Sala dei 146. Una serata di immagini, testimonianze, scoperte e un ospite a sorpresa. […]

La scoperta di Quentin Tarantino2022-12-01T19:03:46+01:00

CORA, CINEMA V

Domenica 4 dicembre, ore 14.30, Cineteca Milano Arlecchino. Presentazione dell’opera e del cortometraggio di Pietro Finelli. A cura del critico d’arte contemporanea Marco Eugenio Di Giandomenico. […]

CORA, CINEMA V2022-12-01T19:00:52+01:00

Re Noir. I colori del giallo

Domenica 4 dicembre, ore 10.00, Rizzoli Galleria. In diretta su Rai Radio 1. Conduce Stefano Tura. […]

Re Noir. I colori del giallo2022-12-01T19:06:22+01:00

LO SCAMMARO AVVELENATO E ALTRE RICETTE

25 novembre. Nella città affollata e piena di turisti in attesa del Natale, il bed & breakfast di Carmela, la sorella di Lolita Lobosco, riscuote sempre più successo. Tra gli ospiti, anche uno scrittore romano, Enrico Fasulo, che ha deciso di ritirarsi a Bari per qualche settimana e dedicarsi alla stesura del suo nuovo libro. Carmela, sensibile al suo fascino, cucina per lui e, tra le sue tante specialità, gli prepara uno scammaro squisito secondo la ricetta di nonna Dolò. Il giorno dopo, l’uomo viene trovato morto. La polizia accusa la donna di omicidio colposo. Esclusa dalle indagini, provata dalle tensioni familiari e dal rapporto sempre più burrascoso con Caruso, Lolita comunque non si arrende e fa quello che le riesce meglio: investiga, decisa a provare una volta per tutte l’innocenza di Carmela. Gabriella Genisi ha scritto numerosi libri e ha inventato il personaggio di Lolita Lobosco, protagonista di dieci romanzi pubblicati da Sonzogno, ora diventati una serie televisiva per la regia di Luca Miniero e interpretata da Luisa Ranieri: La circonferenza delle arance (2010), Giallo ciliegia (2011), Uva noir (2012), Gioco pericoloso (2014), Spaghetti all'Assassina (2015), Mare nero (2016), Dopo tanta nebbia (2017), I quattro cantoni (2020). Quest'anno è tornata a raccontare le storie di Lolita Lobosco con due romanzi: Terrarossa, e Lo scammaro avvelenato e altre ricette. Un'altra sua protagonista è la carabiniera salentina Chicca Lopez, comparsa la prima volta nel 2019 in Pizzica amara, pubblicato da Nero Rizzoli, romanzo opzionato da Fabula Pictures. Nel 2021 ha pubblicato il secondo capitolo della serie, La regola di Santa Croce.

LO SCAMMARO AVVELENATO E ALTRE RICETTE2022-11-29T11:07:51+01:00

TERRAROSSA

Bari, primi giorni di agosto. Mentre Lolita Lobosco cerca di godersi le ferie, nella rimessa dell’azienda agricola Terrarossa viene ritrovato il cadavere di Suni Digioia, giovane imprenditrice, attivista per i diritti dei braccianti ed ecologista convinta. Sul portone d’ingresso, scritta a lettere scarlatte, campeggia la frase: «Entrate, mi sono impiccata». Ma la pista del suicidio, da subito la più battuta, non convince affatto la commissaria Lobosco, che torna in servizio decisa a vederci chiaro. Quando l’autopsia conferma che la ragazza è stata strangolata, la sua vita privata viene rivoltata come un calzino: era troppo bella, libera e indipendente per non suscitare invidie e maldicenze. Lolita, però, non si accontenta dei pettegolezzi e non esita a immergersi nelle acque torbide del caporalato per cercare di far affiorare la verità. Gabriella Genisi ha scritto numerosi libri e ha inventato il personaggio di Lolita Lobosco, protagonista di dieci romanzi pubblicati da Sonzogno, ora diventati una serie televisiva per la regia di Luca Miniero e interpretata da Luisa Ranieri: La circonferenza delle arance (2010), Giallo ciliegia (2011), Uva noir (2012), Gioco pericoloso (2014), Spaghetti all'Assassina (2015), Mare nero (2016), Dopo tanta nebbia (2017), I quattro cantoni (2020). Quest'anno è tornata a raccontare le storie di Lolita Lobosco con due romanzi: Terrarossa, e Lo scammaro avvelenato e altre ricette. Un'altra sua protagonista è la carabiniera salentina Chicca Lopez, comparsa la prima volta nel 2019 in Pizzica amara, pubblicato da Nero Rizzoli, romanzo opzionato da Fabula Pictures. Nel 2021 ha pubblicato il secondo capitolo della serie, La regola di Santa Croce.

TERRAROSSA2022-11-29T11:07:57+01:00

C’ERA UNA VOLTA A VIAREGGIO

In occasione della celebrazione del trentennale della proiezione di Reservoir Dogs al Noir in Festival, Davide Rapp e Michele Boroni presentano in anteprima quaranta minuti del loro documentario in fase di lavorazione. È il 20 giugno 1992: Quentin Tarantino arriva a Viareggio. Ha ventinove anni, è ancora sconosciuto e solo qualche settimana prima è stato a Cannes per presentare, davanti a pochi addetti ai lavori, la sua opera prima: Reservoir Dogs. È arrivato in Versilia su invito del direttore del Festival, Giorgio Gosetti e di Marina Fabbri ed è eccitatissimo: quella stessa sera il film sarà proiettato per la prima volta davanti a un pubblico eterogeneo di giornalisti, appassionati del genere o semplici curiosi. La presenza del regista del Tennessee non passa inosservata: Quentin Tarantino trascorre le sue giornate al Cinema Politeama, commenta ad alta voce tutti i film e si inginocchia in adorazione davanti ai suoi registi preferiti come un fan molesto e troppo entusiasta. Trent’anni dopo, i ricordi di chi lo ha incontrato in quell’estate viareggina si uniscono in un racconto corale ricco di aneddoti e storie personali, con l’Italia dei primi anni Novanta a fare da sfondo. C’era una volta a Viareggio nasce dalla collaborazione tra il regista Davide Rapp, appassionato fan di Tarantino e maniacale collezionista di oggetti, libri e memorabilia tarantiniani, e il giornalista Michele Boroni, fortunato spettatore della prima viareggina de Reservoir Dogs e autore del breve racconto on-line Il Matto – Una storia vera dedicato alla sorpresa di scoprire che il ragazzone americano vestito con bermuda, sneakers e t-shirt a tema musicale che rumoreggiava in sala, altri non era che il regista di quell’indimenticabile capolavoro cinematografico. testi Michele Boroni Davide Rapp produzione orama contatti info@dashorama.eu Davide Rapp, architetto di formazione, nel 2014 ha partecipato alla 14a Mostra Internazionale di Architettura – Fundamentals (Biennale di Venezia) con Elements, un film di montaggio che descrive gli elementi fondamentali dell'architettura attraverso una sequenza di oltre cinquecento estratti cinematografici. Nel 2021 ha partecipato in concorso nella sezione Venice VR Expanded della Mostra del Cinema di Venezia con Montegelato, un film di montaggio in realtà virtuale dedicato alle Cascate di Montegelato, scenario di oltre centottanta film italiani dal 1950 a oggi. 2022 Kursaal 2021 Montegelato 2020 Riders not Heroes 2019 Peter Daler 2014 Elements

C’ERA UNA VOLTA A VIAREGGIO2022-11-29T11:28:01+01:00

KIMI – QUALCUNO IN ASCOLTO

Una "interprete di registrazioni" affetta da agorafobia scopre un omicidio in una trasmissione audio, e per trovare il colpevole dovrà lasciare la sicurezza della sua casa dopo anni. sceneggiatura David Koepp fotografia Peter Andrews montaggio Mary Ann Bernard musica Cliff Martinez suono Larry Blake scenografia Philip Messina costumi Ellen Mirojnick interpreti Zoë Kravitz (Angela Childs) Derek DelGaudio (Bradley Hasling) Jacob Vargas (teppista con gli occhiali) Byron Bowers (Terry Hughes) Robin Givens (madre di Angela) Rita Wilson (Natalie Chowdhury) Jaime Camil (Antonio Rivas) Charles Halford (teppista alto) Erika Christensen (Samantha Gerrity) Devin Ratray (Kevin) produttori David Koepp Michael Polaire produzioni Warner Bros. Pictures New Line Cinema broadcaster Sky distribuzione italiana Warner Bros. Entertainment Italia www.warnerbros.it Steven Soderbergh è un regista, produttore, sceneggiatore, direttore della fotografia e montatore. Recentemente ha diretto No Sudden Move e Let Them All Talk. Con il film per la televisione, Behind The Candelabra, ha vinto un Emmy Award per la regia nel 2013. In precedenza si è aggiudicato un Oscar per la miglior regia con Traffic (2000) e la Palma d'Oro a Cannes nel 1989 con la sua opera prima Sex, Lies, and Videotape. 2022 Kimi (Kimi – Qualcuno in ascolto) 2021 No Sudden Move 2020 Let Them All Talk (Lasciali parlare) 2019 The Laundromat (Panama Papers) 2019 High Flying Bird 2018 Unsane 2017 Logan Lucky (La truffa dei Logan) 2013 Behind the Candelabra (Dietro i candelabri) 2013 Side Effects (Effetti collaterali) 2012 Magic Mike 2011 Haywire (Knockout – Resa dei conti) 2011 Contagion 2009 The Informant! 2009 The Girlfriend Experience 2008 Che: Part two (Che – Guerriglia) 2008 Che: Part one (Che – L'argentino) 2007 Ocean's Thirteen 2006 The Good German (Intrigo a Berlino) 2005 Bubble 2004 Ocean's Twelve 2004 Eros (episodio: Equilibrium) 2002 Solaris 2002 Full Frontal 2001 Ocean's Eleven (Ocean's Eleven – Fate il vostro gioco) 2000 Traffic 2000 Erin Brockovich (Erin Brockovich – Forte come la verità) 1999 The Limey (L'inglese) 1998 Out of Sight 1996 Gray's Anatomy 1995 Underneath 1993 King of the Hill (Piccolo, grande Aaron) 1991 Kafka (Delitti e segreti) 1989 Sex, Lies, and Videotape (Sesso, bugie e videotape)

KIMI – QUALCUNO IN ASCOLTO2022-12-05T01:05:47+01:00

LET HIM HAVE IT

Inghilterra, anni Cinquanta. Il giovane Derek Bentley, affetto da un ritardo mentale, si aggrega a un gruppo di criminali da strada guidato da Chris Craig. Una notte i due, in un tentativo di rapina finito male, rimangono coinvolti in un conflitto a fuoco con la polizia nel quale un agente finisce ucciso. Il percorso di Derek finisce così in un vicolo cieco.

LET HIM HAVE IT2022-11-24T14:41:34+01:00