ANDREA PURGATORI: LA NUOVA GUERRA FREDDA

Sono passati settant'anni dalla creazione de Il terzo uomo e trenta dalla caduta del Muro di Berlino. Ma la Guerra Fredda non è mai veramente finita. 2019 in un albergo di lusso nelle Alpi Svizzere, un uomo di nome Wilhelm Lang riceve una lettera inattesa, una lettera che apre la porta su un passato che pensava sepolto, quando il suo nome era Markus Graf. Il mittente è Greta, la sua collega e amante al tempo in cui era una spia della Stasi. Nello stesso momento, nel parco del Tiergarten di Berlino, un diplomatico russo viene ucciso da un colpo di pistola. Per spiegare questo delitto si deve andare indietro nel tempo, tornare ai giorni della caduta del muro. Nella sera del 9 novembre 1989, mentre il mondo assiste commosso al fiume umano che da est cerca di passare a ovest, le strade di Berlino sono percorse proprio da Markus e Greta, chiamati a scelte decisive destinate a condizionare per sempre le loro vite. E non solo. Andrea Purgatori, uno dei più amati sceneggiatori e giornalisti investigativi italiani, il conduttore di successo dei programmi televisivi di La 7, fa il suo debutto nel romanzo. Il risultato è un libro, che ricorda le migliori spy stories, da La cruna dell'ago di Ken Follett, a La spia che venne dal freddo di John le Carré.

Condividi su

PROGRAMMAZIONE

09/12/2019 h 10:45IULM 6 Sala dei 146





Per favorire l'utente nella migliore esperienza di navigazione possibile questo sito web fa uso dei cookie. I cookie sono piccoli file di testo che i siti web visitati inviano al terminale (computer, tablet, smart-phone, notebook) dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti web alla visita successiva.

ACCETTA COOKIE

COOKIE
PRIVACY