XXV edizione
8/13 Dicembre 2015

  Facebook
EDITORIALI
NEWS
PROGRAMMA
I FILM
I LIBRI
  Scerbanenco
  Conversazioni
  Chandler Awards
EVENTI
CHANDLER AWARDS
SCERBANENCO
GALLERY



Il caso Dreyse
Fazi Editore

Patrick Claes, guru del mercato azionario e appassionato collezionista di armi antiche, viene tramortito con il calcio di una Dreyse nel suo cottage. La prima a dare l’allarme è la sua giovane e intrigante moglie Judith, che lo crede morto. Quando Claes si riprende, scopre che l’aggressore gli ha portato via la sua pregiatissima collezione di pistole. Il commissario Pieter Van In, aiutato dal fido Versavel, sta indagando sul caso, in parallelo alla moglie Hannelore, che nel frattempo è stata promossa giudice istruttore. E ora che finalmente Van In sembra aver messo la testa a posto, e si tiene lontano dalle belle donne e dalle scappatelle, è Hannelore a mettersi nei guai, per il capriccio di dimostrare a Pieter di essere più brava di lui. La trama si infittisce tra maggiordomi che cambiano identità, donne che spariscono e una serie di omicidi che, come in un effetto domino, fa cadere a uno a uno ogni indiziato. Tutti questi fili portano ad Asselberghs, un giallista best seller che ha nello studio una foto di Judith nuda e qualcosa da nascondere. In questo nuovo episodio della saga di Pieter Aspe politici corrotti, broker insicuri e mafia russa desteranno Bruges dal suo torpore borghese, mentre Van In e Hannelore, tra sgambetti, rappacificazioni e club per scambisti, si riscopriranno più innamorati che mai.

Ex precettore, fotografo, commerciante di vini, venditore di granaglie e cereali, candidato alle elezioni comunali, custode della basilica Heilig-Bloedkapel a Bruges, impiegato in un’impresa tessile e lavoratore stagionale per la polizia marittima, Pieter Aspe (pseudonimo di Pierre Aspeslag) esordisce nel 1995 con il romanzo Il quadrato della vendetta. Da quel momento diventa un prolifico scrittore a tempo pieno. Nel 2006 ha un attacco cardiaco e gli vengono impiantati tre bypass. Nel 2001 vince il premio Hercule Poirot come miglior scrittore fiammingo di gialli per il libro Zoenoffer. L’anno seguente si aggiudica l’Humo's Gouden Bladwijzer per De Vijde Macht. Mentre nel 2010 il premio Hercule Poirot gli viene consegnato per l’insieme della sua opera che, al momento, consta di trentasette romanzi con protagonista l’ispettore Pieter Van In: C’è sempre qualcosa di me in Van In. All’inizio ho cominciato con delle piccole cose che mi assomigliavano, adesso mi dicono che Van In mi assomiglia completamente. Quindi ho messo sempre qualcosa di più. Per ora in Italia sono usciti per Fazi Editore i suoi primi sei romanzi, scritti tra il 1995 e il 2000. Nato a Bruges nel 1953, oggi vive a Blankenberge nei pressi del porto.


PROGRAMMAZIONE

11/12/2015 h 16:00Maserati Winter Lounge - Jardin de l'Ange
presenta Ranieri Polese