XXIII edizione
10/15 Dicembre 2013

  Facebook
EDITORIALI
NEWS
PROGRAMMA
I FILM
GLI SCRITTORI
EVENTI
HONORARY AWARDS
SPIRITO NOIR
SCERBANENCO
GALLERY



Alla scoperta del lato Noir
della Valle d’Aosta


Dalla potenza evocativa del Castello di Fenis alle spettrali navate del criptoportico forense, i nuovi talenti dell’Horror italiano vanno alla scoperta delle location più Noir della Valle d’Aosta. Proprio dopo l’incontro con Dario Argento, in occasione del convegno Vedo Nero: I cantieri della paura, la nuova generazione di scrittori, registi e sceneggiatori del brivido affronta un itinerario appositamente studiato dalla Film Commission Vallée d'Aoste.

L’auspicio è di stabilire una sempre più intensa collaborazione con il Courmayeur Noir in Festival, spiega Alessandra Miletto, direttrice della Film Commission Valle d’Aosta. Per questo abbiamo ideato un percorso tra le location più suggestive della Regione. A partire dal castello di Fenis, dove soltanto pochi mesi fa si è conclusa una parte delle riprese di Richard The Lionheart - Rebellion.

Si parte con il criptortico forense nel centro di Aosta, una monumentale costruzione seminterrata di epoca augustea costituita da una galleria a due navate, per poi passare al Castello di Quart, un vero e proprio abitato fortificato: corpi di fabbrica con ambienti di rappresentanza e di servizio, abitazioni, stalle, fienili e una cappella decorata da preziosi stucchi secenteschi. Quindi il Castello di Verres e le sue finestre gotiche, gli ampi saloni e gli imponenti camini in pietra, a dominare la rocca. Per finire con l’icona medievale, il Castello di Fenis, arredato con una collezione di mobili originali del XV-XVII secolo, custoditi da torri evocative e mura merlate.

Come Film Commission VdA - conclude Alessandra Miletto - ci auguriamo che uno di questi registi, affascinato dai luoghi e dal paesaggio, decida di venire a girare il suo prossimo film qui in Valle d’Aosta..